Blog navigation

Vieni a trovarci su FB

Latest posts

Come scegliere le Bollicine giuste.

Come scegliere le Bollicine giuste.

98 Views

Dovete scegliere delle Bollicine per un momento speciale? Volete fare un regalo a un appassionato di Bollicine, ma non sapete quale bottiglia scegliere? Non avete tutti i torti. Dietro la definizione generica di Bollicine si cela un mondo: Metodo Charmat, Metodo Classico, Metodo Ancestrale, varie zone di produzione e diversi vitigni. Un universo disorientante, in cui è facile perdersi senza una guida sicura. Ecco allora qualche consiglio per fare la scelta giusta in ogni occasione, senza sbagliare un colpo!

Aperitivo. Se ama gli aperitivi, la bollicina ideale dovrà essere semplice e dal sorso scorrevole. Potrete scegliere un classico Prosecco Extra Dry M.M. di Mareni o se ama i vini più secchi Il Prosecco Brut M.M. di Mareni, che con la loro freschezza, sapida e armoniosa, saranno perfetti in ogni occasione. Un’ottima alternativa è la Ribolla Gialla Brut Tenuta Di Sequals di Albino Armani, un Metodo Classico che conquista grazie a una freschezza briosa e immediata. Per chi ama i vini dal profilo genuino e autentico, la scelta ideale sarà uno Spumante Sur Lie, secco, sapido e agrumato, come il Prosecco Belle Frizzante Sui Lieviti di Mareni o il verdicchio Mai Sentito! Frizzante Sui Lieviti M.F. di La Staffa.

Sushi. Il Sushi è un piatto dal gusto delicato ed essenziale, perfetto per una cena sana e leggera. Per accompagnare una cena a base di pesce crudo, scegliete un Metodo Classico Blanc de Blancs sottile ed elegante. Sarà perfetto uno Chardonnay in purezza come un Franciacorta Brut Saten M.C. di La Valle o un  Trento Doc Brut di  Monfort o per chi ama la purezza assoluta, un Franciacorta Dosaggio Zero Vintage di Rizzini, un vino dal profilo sapido e molto fresco.

Cena di pesce. Per una cena con menù di mare, che magari prevede una pasta o un risotto ai frutti di mare e un secondo con del pesce al forno, al sale o al cartoccio, si può scegliere un Metodo Classico più intenso e aromaticamente complesso, affinato sui lieviti più a lungo. In questo caso potremmo affidarci a un Franciacorta Extra Brut Selezione di Rizzini, a un Trento Doc Brut Riserva Maso Nero di Zeni, a un Trento Doc Brut Riserva di Monfort, a un Trento Doc Brut Tananai di Borgo Dei Posseri. Per chi desidera degustare qualcosa di diverso e originale, consigliamo un Metodo Classico Brut D'Araprì, realizzato con Pinot Nero e Bombino Bianco.

Cena di carne. Il Metodo Classico non è solo un vino da aperitivi o pesce. Nelle sue versioni più strutturate e complesse, è molto adatto anche ad accompagnare dei menu a base di carni bianche, pollo, tacchino, arrosti di vitello o di maiale. In questo caso ci orienteremo su un Metodo Classico Blanc de Noirs come il Nerello Mascalese Extra Brut di Murgo, l’Alta Langa Extra Brut di Garbarino o meglio ancora uno Spumante rosato, un Metodo Classico Nerello Mascalese Rosè Brut di Murgo, oppure un Franciacorta Rosé Brut di La Valle o un  Metodo Classico Rosé Dosaggio Zero Norema di Calatroni.

Dessert. Infine se si vuole abbinare una bollicina a un dessert, la scelta cadrà su un’etichetta Dry, con alto dosaggio zuccherino, come il Prosecco Superiore Cartizze Dry Ternel Selezione di Mareni.

Questo post sul blog ti è stato utile?

Leave a comment

Security code